Il nostro boilerplate per applicazioni Node.js

Il nostro boilerplate per applicazioni Node.js

Ciao a tutti.Oggi vorrei condividere con voi il nostro boilerplate per applicazioni Node.js.Si tratta del template da cui partiamo per ogni nuovo progetto in questo linguaggio.In particolare, è già predisposta un'applicazione Express.js con autenticazione, registrazione, "ho dimenticato la password", il tutto out of the box.Inoltre, è già implementata anche l'autenticazione...

Leggi tutto
Un software personalizzato è per sempre

Un software personalizzato è per sempre

Al giorno d'oggi non è più possibile pensare che le soluzioni standard siano le migliori, specialmente in ambito digitale. Eppure nell'ultimo periodo stiamo assistendo ad uno spopolare di agenzie di sviluppo che offrono pacchetti di software standardizzati. Stessa grafica, stesse funzionalità, stessa user experience.Per queste agenzie sembra non essere importante "realizzare il prodotto del cliente", ma solamente "realizzare un prodotto". Seguire questa logica porta ad un abbassamento ...

Leggi tutto
​Gestire più progetti di più clienti contemporaneamente con un unico team di sviluppo con Kanban

​Gestire più progetti di più clienti contemporaneamente con un unico team di sviluppo con Kanban

Non tutte le aziende sono così grandi da poter dedicare un intero team su un singolo progetto. Esistono invece innumerevoli piccole realtà che devono seguire (perlopiù contemporaneamente) più progetti di diversi clienti con lo stesso team di sviluppo e devono comunque garantire gl...

Leggi tutto

Rails Best Practices 6: Filtri e file helper

Con il post di oggi intendo concludere la mia serie sulle best practices di Ruby On Rails. Questo non perchè gli argomenti da trattare siano terminati, quanto piuttosto perchè dopo il rilascio della versione 3.0 di Rails alcune cose cambiano e vanno riviste. Probabilmente in futuro torneremo a parlare di best practices, basandoci però sulle novità introdotte dall’ultima versione. Prima però voglio descrivere due tecniche che restano valide e che sono ...

Leggi tutto

Rails Best Practices 4: Scrivere i metodi nel model corretto

Nel post di oggi voglio mostrare alcune ottimizzazioni che si possono fare per i model. In particolare la definizione dei metodi nel model corretto e l’uso del costrutto delegate per ottenere un codice più pulito.1. Definire i metodi nel model corretto Nel nostro esempio supponiamo di voler rappresentare il mondo animale definendo un model Kind che rappresenta tipi di animale ed un mo...

Leggi tutto

Rails Best Practices 3: Aumentare la leggibilità dei controller

[POST AGGIORNATO IL 19/07/2010 - 15:45] Proseguendo la nostra analisi delle Rails Best Practices oggi vediamo altri due accorgimenti per rendere più leggibili i metodi del controller.1. Metodi nel modelSupponiamo di avere la classica anagrafica utenti e che sia definito un utente admin che ha la possibilitò di attivare/disattivare gli altri...

Leggi tutto

Rails Best Practices 2: Spostare la logica nel model

Continuiamo la nostra analisi delle Rails Best Practices. Nel post precedente abbiamo visto Named Scope, Model Association e Scope Access come metodi per spostare la logica dell’applicazione dai controller ai model. Proseguendo nella stessa direzione oggi prendiamo in esame l’utilizzo di Model Callback e di Virtual Attribute.1. Virtual Attribute...

Leggi tutto

Rails Best Practices 1: Fat Model – Skinny Controller

Mantenere un controller scarno (skinny) è una delle cose più importanti per aumentare la leggibilità e la testabilità del codice. Vediamo dunque alcune pratiche per spostare la logica dal controller al model.1. Named ScopeIn questo primo esempio vediamo come utilizzare le named_scope per definire i metodi di ricerca nel model, semplificando il controller.Supponiamo di a...

Leggi tutto