Meglio investire su un’app mobile o un sito web responsive?

Perché un'azienda dovrebbe preferire un sito responsive a un'applicazione mobile o viceversa? Vediamo insieme quali possono essere i motivi di scelta dell'uno o dell'altra.

La risposta alla domanda del titolo è, senza dubbio, "meglio investire su entrambi"! Ovviamente però, quando abbiamo un budget limitato, dobbiamo scegliere a quale investimento dare la priorità: come capire quale prodotto vale la pena di acquistare prima? Scopriamo insieme quali sono i vantaggi e gli svantaggi dell'utilizzo dell'uno e dell'altra.

I VANTAGGI DELL'APP MOBILE

Come ben sai, l'app mobile è un tool che si installa nel dispositivo, il ché è un enorme vantaggio in termini di user experience e velocità: rispetto a un sito web infatti, l'app è molto più user friendly e intuitiva, nonché più reattiva ai comandi dell'utente.

Altro vantaggio consiste nel fatto che, per alcune tipologie di app, l'accesso ai dati può essere reso disponibile anche offline a differenza del sito.

Altra caratteristica molto importante, che per alcune categorie di app può fare la differenza, è la possibilità di inviare notifiche push all'utente, modalità che se usata in modo ben dosato, o meglio con la possibilità di permettere all'utente di scegliere con che frequenza ricevere notifiche risulta poco invasiva; in certi casi è un bel modo di tenerci in contatto con i nostri clienti.

Infine l'utente, nel momento in cui sbloccherà il suo dispositivo, avrà sempre sotto gli occhi l'app, a differenza del sito che invece richiede una ricerca: questo significa che se ad esempio sei un produttore di contenuti l'app potrebbe essere la soluzione migliore, poiché il tuo cliente la vedrà sul suo desktop e gli verrà voglia di leggerti o di guardare i tuoi video; se possiedi solo il sito invece potresti avere minor traffico, poiché l'utente non sempre effettuerà una ricerca.

SVANTAGGI DELL'APP MOBILE

Il più grande svantaggio dell'app risiede nel suo costo elevato: rispetto al sito essa richiede più tempo e risorse per essere sviluppata, poiché dev'essere adattata alle diverse piattaforme (inizialmente almeno iOS e Android per espandere il mercato potenziale alla maggior parte degli utenti).

Altro svantaggio è relativo al fatto che ogni volta che creiamo o vogliamo aggiornare un'app, le modifiche devono essere approvate dallo store di riferimento, quindi può capitare che i nostri rilasci sul mercato subiscano dei rallentamenti per questo motivo.

VANTAGGI DEL SITO RESPONSIVE

Il vantaggio più lampante è il costo per la realizzazione, in termini monetari e di tempo, minore dell'app.

Il basso costo è la conseguenza di un altro vantaggio, ossia il fatto che la struttura del sito si adatti a qualsiasi dispositivo, schermo e risoluzione. Per questo motivo il sito non richiede adattamenti per dispositivi diversi.

A differenza dell'app che, come abbiamo detto, richiede un tempo elevato per l'aggiornamento (dovuto sia all'accettazione da parte dei diversi store, sia all'adattamento alle diverse piattaforme), il sito responsive richiede poco tempo per effettuare modifiche, senza doversi preoccupare dei sistemi operativi dove verrà fruito.

Se decidiamo di sviluppare la nostra app mobile soltanto per iOS e Android, rinunceremmo comunque a una fetta di mercato composta da Windows Phone e altri sistemi operativi minori: il sito responsive funzionerà anche con piattaforme poco utilizzate.

Non dimentichiamo poi l'aspetto SEO: se il nostro sito è responsive saremo avvantaggiati nei risultati delle ricerche da mobile.

SVANTAGGI DEL SITO RESPONSIVE

Innanzitutto la user experience, sebbene migliorata rispetto ad un sito non responsive, non potrà mai eguagliare quella di un'app mobile. In un sito infatti i tempi di caricamento sono sempre più lunghi e, in termini di grafica e di struttura, il sito è leggermente più "grezzo" dell'app (fruito da mobile si intende).

A differenza dell'app, i dati sono sempre e solo disponibili online, il ché potrebbe causare dei problemi nel caso in cui l'utente si trovi in una zona priva di connettività ad esempio.

CONCLUSIONI

Qual è quindi la risposta alla domanda iniziale? Per ottenerla dobbiamo fare riferimento ai nostri utenti target: affinché l'investimento sia profittevole, dobbiamo capire innanzitutto qual è l'uso che gli utenti farebbero della nostra app o del nostro sito e, in base ad esso, quale dei due tool creerebbe più valore per l'utente.

Ogni categoria merceologica si presta meglio all'app piuttosto che al sito e viceversa, e ogni tipo di target per le diverse categorie merceologiche ha diversi bisogni che vanno soddisfatti in modo diverso; devi soltanto capire quali sono i bisogni del tuo target tramite uno studio approfondito del mercato e poi, in base ai vantaggi e agli svantaggi che abbiamo visto insieme, scegliere il tool che genera maggior valore.

Personalmente posso dire che per alcuni prodotti utilizzo il sito e per altri uso l'app: utilizzo i social network soltanto tramite app, mentre per quanto riguarda Amazon preferisco fare i miei acquisti tramite browser (infatti ho cancellato l'app dallo smartphone); per l'acquisto dei biglietti Trenitalia invece uso solamente l'app.

E tu quale pensi che sia la soluzione migliore su cui investire? Faccelo sapere nei commenti!

Grazie per aver letto l'articolo.

Per maggiori informazioni contattaci qui oppure su Facebook o Twitter, dove potrai anche seguirci per rimanere aggiornato sui nostri articoli.