Mappa Via Marconi 20, Bussolengo (VR)
Email info@devinterface.com

Notifiche push: una panoramica per comunicare in modo efficace

mano che tiene cellulare e dito che clicca

Cosa sono le notifiche push

Le notifiche push sono messaggi brevi usati da varie app per avvisare gli utenti su eventi su dispositivi elettronici, come nuove e-mail, inizi di appuntamenti o ordini. Oltre a essere utili, possono costituire un'aggiunta interessante al mix di marketing e, come vedremo più avanti, anche alla gestione del flusso di lavoro nei team.

Questi messaggi hanno un'attrattiva particolare: catturano l'attenzione in quanto non sono richiesti attivamente dagli utenti, ma vengono "spinti" sul display, sulla barra delle notifiche o sulla schermata di blocco.

Le notifiche push si suddividono in varie categorie:

  • App push: invio di messaggi ai sistemi operativi mobili (Android e iOS).
  • In-app push: invio di messaggi all'interno di un'app.
  • Web push: invio di messaggi a browser web (come Chrome, Firefox). Possono essere integrati in un sito web.

 

Storia delle notifiche push

Durante i primi anni del 2000, il Blackberry spopolava tra gli uomini d'affari. Una delle ragioni principali di questa preferenza era la sua capacità, unica all'epoca, di avvisare gli utenti delle e-mail in arrivo in tempo reale, un vantaggio non comune nei dispositivi precedenti agli smartphone.

Mentre gli altri utenti erano costretti a controllare regolarmente la loro casella di posta, i possessori orgogliosi di un Blackberry potevano rilassarsi, affidandosi alla funzione di notifica push, un'innovazione che stava appena nascendo.

Nel 2009, Apple ha introdotto nel suo iOS 3 le notifiche push attraverso l'Apple Push Notification Service (APNS), contribuendo in modo significativo alla popolarità di questo principio. Già nel 2012, Google ha reso possibile l'invio di notifiche push attraverso i comuni browser web con il servizio Google Cloud Messaging.

Dopo il 2012, le notifiche push si sono ampliate, raggiungendo dispositivi come smartwatch e IoT, mentre la personalizzazione ha permesso invii mirati basati su dati comportamentali. Si è posto un'enfasi sull'equilibrio nell'invio di notifiche per evitare la saturazione, introdotti formati interattivi e rafforzate le misure di sicurezza e privacy per conformarsi alle normative.

 

Perchè utilizzare le notifiche push

Le notifiche push mirano a valorizzare l'esperienza degli utenti offrendo informazioni rilevanti o ricordando dati importanti. Solitamente, vengono inviate in base a specifiche occasioni o alla posizione dell'utente. Dal punto di vista degli sviluppatori, le notifiche push rappresentano un canale diretto di comunicazione con gli utenti. Notifiche informative, inviate al momento opportuno, incoraggiano l'interesse o il ritorno all'app, puntando ad aumentarne l'utilizzo, che spesso costituisce l'obiettivo principale di queste campagne.

Le notifiche push sono particolarmente efficaci quando utilizzate con attenzione e precisione. Ad esempio, nel contesto lavorativo, possono fungere da strumento di gestione per migliorare la comunicazione, la produttività e il coinvolgimento del team. Informare tempestivamente su aggiornamenti critici o scadenze imminenti, oltre a inviare promemoria per attività specifiche, può favorire un ambiente più efficiente e collaborativo.

 

Come funzionano

Per inviare e ricevere una notifica push sono necessarie essenzialmente tre parti:

  1. Il mittente, di solito un server che genera i messaggi.
  2. Il servizio di notifica push che funge da intermediario. È il componente centrale e distribuisce i messaggi.
  3. Il dispositivo mobile dell'utente. Riceve i messaggi e li visualizza all'utente.

Come funziona il processo di invio di una notifica push? Innanzitutto, il server e l'applicazione devono essere configurati correttamente per poter comunicare con il servizio di notifica. A tal fine, l'app deve essere registrata presso il rispettivo servizio. Quando l'app viene avviata dall'utente, viene avviata la registrazione con il servizio di notifica. A questo scopo vengono trasferite tutte le informazioni pertinenti sul dispositivo e sull'app. Il servizio genera quindi un ID di registrazione univoco e lo invia al dispositivo. L'ID di registrazione ricevuto può essere trasmesso al server dell'app, che può collegarlo a informazioni personalizzate come i dati di registrazione dell'utente dell'app. Se tali informazioni aggiuntive sono disponibili, è possibile inviare notifiche più mirate e personalizzate. Più informazioni sono note sull'utente, più è possibile creare e inviare notifiche push personalizzate.

Se deve essere inviata una notifica, il server trasferisce il messaggio e tutti gli ID di registrazione (a cui deve essere inviato il messaggio) al servizio di notifica. Questo invia poi i messaggi a tutti i dispositivi finali. Il server dell'app che si occupa della generazione e dell'invio delle notifiche può essere gestito dall'azienda stessa o può essere utilizzato un sistema esistente di un fornitore terzo. Uno dei vantaggi di questi sistemi esistenti è che richiedono pochi sforzi di configurazione e possono essere utilizzati immediatamente. Inoltre, di solito supportano diverse piattaforme mobili e spesso offrono funzioni aggiuntive come analisi, segmentazione degli utenti e programmazione dei messaggi.

Gli utenti vedono le notifiche come un breve overlay sul dispositivo mobile. Queste vengono sempre visualizzate. Indipendentemente dall'applicazione in cui l'utente si trova al momento dell'invio della notifica o dal fatto che il dispositivo sia bloccato. Il rispettivo sistema operativo offre agli utenti la possibilità di personalizzare le notifiche push. Ad esempio, possono consentire o disabilitare le notifiche per le singole app e determinare anche il tipo di notifica. Gli utenti possono quindi ritirare queste informazioni e questo strumento di marketing dallo sviluppatore dell'app in qualsiasi momento.

 

EveryLog: notifiche push intelligenti

Le notifiche sono importanti al lavoro perché consentono agli utenti di tenere traccia di informazioni ed eventi importanti, ad esempio nuove e-mail, messaggi di colleghi, promemoria di riunioni o compiti assegnati.

Con l'aiuto delle notifiche, gli utenti possono tenersi aggiornati su ciò che accade nel loro spazio di lavoro e reagire più rapidamente alle situazioni in evoluzione. Si tratta di una soluzione eccellente per la corretta diffusione delle informazioni all'interno dell'organizzazione. Una singola notifica trasmette immediatamente informazioni specifiche. Nel lavoro di progetto, le notifiche configurate correttamente possono fare la differenza. 

Non è più necessario rivolgersi a un collega per trasmettere questo tipo di informazioni e questo è un grande sollievo nel bel mezzo di un carico di lavoro pesante. Tuttavia, è importante trovare il giusto equilibrio in tutti questi aspetti e assicurarsi che le notifiche dell'app non si trasformino in un inutile spam che intralcia i compiti quotidiani. Per questo motivo abbiamo progettato EveryLog. Grazie alla sua precisione e tempestività, il sistema di notifiche di EveryLog fornisce un dettagliato resoconto delle sfide e delle opportunità in tempo reale. Oltre a offrire una visione immediata delle metriche cruciali, EveryLog consente di agire prontamente in base ai dati raccolti. Il servizio trova applicazione in numerosi settori, com l'IoT, lo sviluppo, l'ambito SaaS, il settore industriale o il mondo del marketing ed ecommerce, permettendo di prendere decisioni informate e strategiche. Con un focus sulla precisione e sull'efficacia nell'affrontare le complessità del monitoraggio continuo, le notifiche push di EveryLog si presentano come un prezioso strumento per ottimizzare le operazioni e massimizzare l'efficienza. Scopri come PDE sta già utilizzando EveryLog nel settore della distribuzione editoriale e impara a conoscerne le potenzialità per il tuo settore di riferimento. 

 

Conclusione

Abbiamo visto che le notifiche push sono uno strumento potentissimo nel mondo della comunicazione digitale, offrendo un modo immediato ed efficace per coinvolgere gli utenti. Dalla loro nascita fino alle moderne soluzioni intelligenti come quelle proposte da EveryLog, abbiamo esplorato come abbiano trasformato il modo in cui interagiamo con le nostre app e i nostri dispositivi.

L'integrazione di queste soluzioni nelle dinamiche aziendali può garantire una maggiore efficienza, migliorare la collaborazione tra team e mantenere tutti i membri informati tempestivamente su aggiornamenti cruciali. L'utilizzo strategico delle notifiche push può diventare così un tassello essenziale per un'organizzazione aziendale dinamica e orientata alla produttività.