Creare una startup web 2.0: Parte 2 – analisi dell’idea

Post precedenti:

In questo secondo post riguardante lo startup di una web application parleremo di come analizzare la nostra idea.

Nel post precedente abbiamo analizzato i possibili competitors e abbiamo compreso in che modo la nostra idea puo' produrre del business.

A questo punto, prima di passare alla fase di analisie pianificazione, è opportuno rispondere a tre domande:

  • Quale è l'obiettivo del nostro progetto? Cioè, cosa andremo a realizzare?
  • Quale sarà il valore aggiunto che introdurrà il nostro progetto?
  • Quali saranno i criteri del suo successo?

Rispondere a queste domande è fondamentale in fase di analisi della propria idea.
Se anche una sola di queste domande non otterrà una valida risposta significa che la nostra idea sarà da ripensare o da gettare.

La prima domanda è necessaria per poter focalizzare attentamente gli obiettivi del progetto. Serve specialmente per avere bene l'idea di cosa si vuole ottenere e per ipotizzare come verrà implementata. All'inizio probabilmente non avremo una chiara idea di tutto ciò che verrà prodotto, l'importante è comunque focalizzare l'attenzione sui punti chiave da raggiungere.

La seconda domanda si allaccia alla questione del post precedente, "Good idea vs Good Business Idea" ma è comunque fondamentale da porsi anche per cercare di capire perché un utente finale utilizzerà la nostra applicazione. E' necessario mettersi nell'ottica di un utente in modo da capire se effettivamente il nostro prodotto potrà avere uno spiraglio di successo o se verrà semplicemente snobbato.
Quindi è meglio chiedersi chi utilizzerà il nostro prodotto e in che misura: questi due fattori saranno dei punti chiave per calcolare il guadagno che verrà prodotto dalla nostra applicazione.

La terza domanda ci obbliga invece a porci degli obiettivi: stabilire quali sono i criteri di successo di una applicazione è fondamentale per capire fino a che punto investire su di essa una volta terminato lo sviluppo.
Criteri di successo possono essere un numero X di utenti che utilizzano l'applicazione con regolarità dopo un tempo Y; il raggiungimento di X euro per un servizio a pagamento; l'interesse suscitato dai media in generale.

Una volta risposto a queste tre domande, saremo pronti a partire con la fase di pianificazione e analisi, oggetto dei prossimi articoli.