SCRUM Sprinting: esecuzione, revisione e retrospettiva.

Durante lo Sprint, lo SCRUM Team deve essere in grado di svolgere le attività nei tempi prestabiliti tramite tre fasi: Daily SCRUM, Sprint Review e Sprint Retrospective.

L'ultima volta che ti ho parlato di SCRUM ti ho raccontato come funziona la pianificazione degli Sprint. Abbiamo detto che una volta che il Team ha definito la quantità di task che può portare a termine durante uno Sprint e le modalità per portare a termine l'obiettivo deve passare all'azione.

Quest'ultima deve essere molto ben organizzata, altrimenti il Team non riuscirà a rispettare i tempi prefissati. Come agire quindi? Ecco in breve tre fasi fondamentali dello Sprint.


Daily SCRUM

Nel corso dello Sprint, il Team decide di istituire giornalmente (solitamente all'inizio della giornata) un incontro di 15 minuti tra tutti i membri per sincronizzare le attività e creare un piano per le 24 ore successive. In questo modo si revisiona il lavoro eseguito rispetto all'ultimo Daily SCRUM (Cosa ho fatto ieri per aiutare il Team di sviluppo a raggiungere l'obiettivo dello Sprint?), si prevede ciò che si riuscirà a fare entro il prossimo meeting (Cosa farò oggi per aiutare il Team di sviluppo a raggiungere l'obiettivo dello Sprint?) e si condividono eventuali problemi riscontrati (C'è qualcosa che impedisce al Team di raggiungere l'obiettivo dello Sprint?).

Mantenendo la costanza giornaliera, il Team riesce a fare una stima dei progressi periodici che portano al raggiungimento dell'obiettivo.

Lo SCRUM Master ha il ruolo di interrompere l'incontro dopo che i 15 minuti si sono conclusi al fine di ottimizzare i tempi e istruire i membri del Team a spiegarsi in modo semplice e chiaro.

Sprint Review

La revisione dello Sprint è un incontro informale della durata di 4 ore (per uno Sprint di un mese, se lo Sprint dura meno la revisione è più breve) al quale partecipano i membri del Team di sviluppo, il Product Owner e lo SCRUM Master. La revisione avviene al termine dello Sprint, e al suo interno si discutono diversi argomenti: quali task sono stati portati a termine e quali no, quali sono stati gli eventuali problemi riscontrati dal Team e come sono stati risolti, vengono risolti gli eventuali dubbi del Product Owner, c'è la possibilità di rivedere le priorità in base all'andamento del mercato e si esegue una revisione generale del budget.

L'obiettivo principale di questa fase è quello di definire i task per il prossimo Sprint.

Sprint Retrospective

Dopo la conclusione della revisione, arriva il momento della retrospettiva dello Sprint: si tratta di un incontro della durata di 3 ore che precede la pianificazione del nuovo Sprint e include la partecipazione dello SCRUM Master e dei membri del Team di sviluppo. Ciò che questo step si prefigge è essenzialmente il continuo miglioramento delle prestazioni: è un'occasione per lo SCRUM Team di ispezionare in profondità ciò che non ha funzionato e trovare delle soluzioni, o di capire ciò che funziona bene e di riproporlo, magari in maniera potenziata, nel prossimo Sprint.

Alla fine di questa fase il Team avrà potenzialmente delle nuove soluzioni per aumentare la qualità del prodotto.

Cosa ne pensi del framework SCRUM? Credi che sia un metodo valido per l'ottimizzazione del lavoro e per la trasparenza verso i clienti o preferisci usare modelli più "tradizionali"? Faccelo sapere nei commenti!

Grazie per aver letto l'articolo.

Per maggiori informazioni contattaci quioppure su Facebook o Twitter, dove potrai anche seguirci per rimanere aggiornato sui nostri articoli.