​Articoli sul web: uno strumento per la tua azienda

Scrivere articoli sul web

Gli articoli sono uno dei contenuti più immediati ed efficaci che si possano creare online.

Permettono di pubblicizzare al meglio il proprio prodotto o servizio, di guidare gli utenti nelle scelte d'acquisto, di informarli, di rispondere ai loro dubbi e alle loro esigenze in maniera chiara e completa.

Per questo è molto importante iniziare fin da subito a creare articoli sul proprio sito web aziendale.

Purtroppo la paura dello schermo bianco, pronipote del più antico foglio bianco tanto amato e odiato dagli scrittori, fa desistere molti da quest'impresa.

Ma grazie a questo articolo tu potrai evitare il blocco dello scrittore, o comunque renderlo sopportabile! ;)

Infatti vedremo insieme come scrivere contenuti validi e con costanza per il tuo sito web aziendale. Continua a leggere!

Scopri chi è il tuo pubblico

Per prima cosa devi capire chi è il tuo pubblico. È fondamentale non solo per scrivere articoli, ma per tutto il tuo business. Conoscere il tuo target ti consentirà di proporre argomenti che lo interessano e di rivogerti a lui con il tono giusto. Se ancora non hai idea di chi sia il tuo pubblico vuol dire che devi compiere delle misurazioni .

Organizza i contenuti

Per organizzare al meglio la pubblicazione dei tuoi articoli utilizza un piano e un calendario editoriale. Così facendo sarai in grado di:

  • scrivere contenuti validi con costanza
  • evitare ritardi e dimenticanze
  • testare cosa funziona e cosa no

Piano editoriale

Prepara un piano editoriale mensile dove segnare i diversi temi che affronterai negli articoli. Fare questo ti permetterà di coordinarti con le altre attività di marketing, di ragionare sugli obiettivi di business, di stendere un piano d'azione preciso e di capire cosa funziona e cosa no.

Calendario editoriale

Assieme al piano editoriale prepara un calendario editoriale dove segnare i giorni e le ore in cui pubblichi i tuoi articoli e in cui li condividi sui social. Confrontando le date potrai vedere quando i tuoi contenuti performano meglio. In particolare in quale giorno della settimana e in quale orario della giornata.

Scegli il tono di voce

Il tono di voce (che semplificando equivale a dire "il tuo stile di scrittura") è un elemento che caratterizza a fondo il modo di comunicare e interagire che un'azienda ha con i suoi utenti.

Ci sono brand che decidono di assumere un tono di voce informativo e ispirazionale, altre ironico e conviviale. Le combinazioni sono moltissime. In questo articolo della copywriter e blogger Pennamontata trovi dei case studies molto interessanti sull'argomento.

Con il tuo tone of voice dovrai suscitare emozioni nel lettore, spingerlo ad immedesimarsi con te, a condividere i tuoi valori. insomma a farti conoscere e riconoscere dal tuo pubblico.

Decidi quali temi affrontare negli articoli

È certamente positivo scrivere articoli sul core business della tua azienda: da una parte per dimostrare all'utente di essere una fonte autorevole in materia, dall'altra per migliorare il posizionamento del sito web sulla rete di ricerca di Google.

Allo stesso tempo può essere utile affrontare altri temi, che riguardano più da lontano l'attività principale della tua azienda ma che comunque sono parte della tua mission.

Ad esempio un'azienda che produce o rivende apparecchi acustici potrebbe decidere di scrivere articoli più specifici sul suo core business (gli apparecchi acustici) e articoli più generalisti su "salute e benessere".

Ecco una possibile scaletta di articoli per un'azienda che produce apparecchi acustici:

  • Articoli sulla fattura e qualità del prodotto in vendita, in questo caso gli apparecchi acustici
  • Articoli sulle diverse tipologie di problemi acustici
  • Articoli sulla prevenzione dei problemi acustici
  • Articoli su uno stile di vita sano in generale
  • Volando un po' più alti: articoli su storie di vita di persone che convivono con protesi acustiche o di altro tipo

Queste serie di articoli andrebbe poi a formare delle rubriche settimanali:

  • La rubrica della prima settimana del mese affronta il tema della prevenzione dei problemi acustici
  • La rubrica della seconda settimana del mese parla del prodotto venduto dall'azienda, le sue peculiarità e i suoi punti di forza
  • La rubrica della terza settimana del mese affronta il tema dello stile di vita sano, e così via

Struttura la tua storia

Per evitare di scrivere cose in maniera confusa è utile decidere fin dall'inizio la struttura dell'articolo.

Vediamone ad esempio una molto semplice, che viene spesso utilizzata per sviluppare le sceneggiature dei film.

Questa struttura suddivide la storia in tre atti:

  • Primo atto. Il capitolo introduttivo
  • Secondo atto. Il capitolo nel quale si presenta il problema, la sfida, lo scontro
  • Terzo atto. Il capitolo finale, dove si arriva a risolvere il problema

Un articolo sul tuo blog aziendale può avere esattamente questa struttura. Certo, l'articolo non è una sceneggiatura, ma l'idea della suddivisione in capitoli rimane la medesima.

Possiamo infatti:

  • Partire da un'introduzione (ad esempio "scrivere articoli sul tuo sito web aziendale è molto importante")
  • Arrivare al problema o alla sfida (ad esempio "come riuscire a scrivere articoli efficaci")
  • Risolvere la questione (continua a leggere l'articolo fino alla sua conclusione per scoprirlo ;))

Questa struttura basilare aiuta sia te, che sarai facilitato nello scrivere, sia il lettore, che non sarà disorientato dalla lettura dell'articolo.

Puoi usare anche altre tipologie di struttura narrativa, l'importante è avere ben chiaro i tre elementi essenziali del testo, che sono introduzione, svolgimento e conclusione.

Decidi la trama del racconto

Prendi come spunto per scrivere i tuoi articoli questi sette archetipi su cui si basano le favole, individuati dallo studioso Christopher Booker.

  • Sconfiggere il mostro (esempio: La Guerra dei Mondi)
  • Dalle stalle alle stelle (esempio: David Copperfield)
  • La missione (esempio: Il Signore degli Anelli)
  • Il viaggio e il ritorno (esempio: Alice nel Paese delle Meraviglie)
  • Commedia (esempio: Il Diario di Bridget Jones)
  • Tragedia (esempio: Macbeth)
  • Rinascita (esempio: La Bella e la Bestia)

Perché dovresti farlo?

Fermati un secondo e pensa ad una storia che ti ha colpito negli ultimi tempi, che sia un racconto, un romanzo, un film o qualcos'altro non importa.

Sarà sicuramente riconducibile a uno di queste sette archetipi.

Utilizzali per fare storytelling e rendere i tuoi articoli un contenuto da ricordare, tenendo presente la differenza che passa tra un articolo online e un classico della letteratura ;).

Varia le tipologie di articoli

Le tipologie di articoli che si possono scrivere sul web sono moltissime. Per darti qualche esempio:

  • Articoli tips, che spiegano come si fa una determinata cosa (come creare un funnel di marketing?)
  • Articoli che rispondono ad una domanda precisa: i tuoi clienti ti chiedono spesso qualcosa? Fanne un articolo e scrivi la risposta sul tuo blog
  • Articoli lista, che mettono insieme delle liste di prodotti, servizi o altro. Sono articoli facili da scrivere e acchiappaclic. Meglio di così!
  • Articoli che riprendono le news del tuo settore: tenersi aggiornati sulle news di settore è utile sia per il copywriter sia per i lettori interessati all'argomento
  • Case studies su un argomento specifico
  • Interviste ad esperti del settore
  • Articoli di opinione: su carta stampata sono i cari vecchi editoriali

Importante: non scrivere sempre le stesse tipologie di articoli, testa e analizza i dati per vedere quali articoli performano meglio.

Studia le specifiche della scrittura sul web

Scrivere sul web non è come scrivere sulla carta stampata. La scrittura per il web infatti ha alcuni elementi caratterizzanti che la rendono adatta ad una lettura veloce e non lineare. Sfruttare questi elementi ti farà scrivere contenuti più efficaci e ti farà raggiungere più velocemente i tuoi obiettivi. Eccoli di seguito.

Ottimizza il testo per la lettura sul web

Suddividi il testo in maniera da dare respiro al lettore e permettergli una scansione agevole del testo. Sottolinea in grassetto i concetti fondamentali, usa un font grande per la visione dai dispositivi mobile.

Metti in relazione diversi media

Inserisci immagini, video o altri elementi all'interno dell'articolo che permettano al lettore di orientarsi al meglio e vivere un'esperienza piacevole ed immersiva, che comprenda non solo la lettura ma anche l'interazione con il contenuto e la visione di immagini.

Fai link building

Inserisci link da fonti autorevoli, che abbiano un reale valore e che portino il lettore ad approfondire un argomento. Inoltre crea tu stesso un contenuto valido che porti altri copywriter a linkare il tuo lavoro e a farti conoscere. Il link building è fondamentale anche in ottica SEO.

Cura la SEO

L'ottimizzazione SEO degli articoli è importantissima per avere visibilità su Google.

Questa attività comprende:

  • L'inserimento delle parole chiave per cui si vuole comparire nella rete di ricerca
  • L'ottimizzazione delle dimensioni delle immagini, del loro titolo e della loro descrizione
  • La suddivisione in maniera ordinata delle diverse parti del testo (H1, H2, testo del paragrafo)
  • L'uso di elenchi puntati, numerati e spazi
  • L'ottimizzazione del tag title, della tag description e del tag header
  • Il link building

Scrivi in modo persuasivo

La scrittura persuasiva è una tecnica di scrittura che viene largamente impiegata nel marketing online e offline, specialmente:

  • Nei titoli degli articoli. Funzionano molto bene quelli che riescono ad accendere la curiosità del lettore (ad esempio "6 consigli per scrivere un buon articolo") o quelli che promettono un beneficio (ad esempio "La guida definitiva per imparare a scrivere sul web")
  • Nelle call to action alla fine dei paragrafi. (ad esempio "scopri di più", "contattaci", "acquista subito"). Le call to action sono degli inviti studiati per far fare un'azione all'utente sul sito web.
  • Nell'utillizzo del principio di scarsità. (ad esempio "quest'offerta è valida 24 ore"). Il principio di scarsità mette ansia e spinge ad assecondare un desiderio.
  • Nel proporre delle testimonianze. Un cliente soddisfatto del servizio che racconta la sua esperienza è un testimonial potentissimo perché genera fiducia.
  • Nell'uso dei cliffhanger. Una tecnica più narrativa che persuasiva. Il cliffhanger è l'interruzione momentanea del racconto subito dopo un colpo di scena, molto usata nelle serie tv per far rimanere incollato allo schermo lo spettatore. Negli articoli puoi utilizzarlo alla fine di un paragrafo per stimolare l'utente a proseguire nella lettura.

Conclusione

La conclusione di questo articolo rimane aperta, come quando nei film pensi che la vicenda sia finita, ma appena prima dei titoli di coda l'apparizione del cattivo di turno che credevi sconfitto per sempre ti fa capire che non è così!

Allo stesso modo l'arte di scrivere articoli che funzionino non si esaurisce con la fine di questo articolo.

Certo, le nozioni che abbiamo visto insieme sono sufficienti per iniziare a creare articoli in maniera efficace sul web. Ma l'uomo scrive storie da più di 2000 anni, ci sarà sempre qualcosa da imparare.

Il consiglio finale allora non può essere che questo: leggere, leggere tanto.

Non solo testi online o di settore.

Leggere romanzi, articoli di giornale, grandi classici della letteratura.

I libri sono una miniera di sapere e fantasia. Linfa vitale se vuoi scrivere articoli di qualità, che ti differenzino dai tuoi competitor e portino valore all'utente.

Ci auguriamo che questo articolo sia stato di tuo interesse! Se vuoi saperne di più sul nostro servizio di copywriting e content marketing contattaci subito!