Come far crescere il tuo business online

Fai crescere il tuo business online

A cosa mi serve un sito web aziendale? Come lo ottimizzo? Come faccio ad aumentare le visite, acquisire contatti e ottenere più transazioni?

Insomma: Come faccio crescere il mio business online?

Ti sei fatto più volte questa domanda e in questo articolo, finalmente, troverai una risposta. Niente magie, ma solide basi e tanti test.

La strada da percorrere per migliorare il tuo business online è composta da quattro azioni che bisogna compiere.

Queste quattro azioni costituiscono il ciclo di vita del tuo sito web, che è il cuore del tuo business online.

1. Decidere gli obiettivi

2. Fare le misurazioni

3. Creare il tuo sito web

4. Ottimizzare il tuo sito web

Andiamo a vederle una ad una.

1. Decidere gli obiettivi

Se il tuo sito web aziendale non sta andando come dovrebbe forse ti mancano gli obiettivi. O non li hai scelti correttamente.

Cos'è un obiettivo? Una quantità in un lasso di tempo preciso.

Decidere il tuo obiettivo è un piccolo grande passo, che indirizzerà tutti quelli successivi. Degli obiettivi possono essere:

  • Raddoppiare le visite al tuo sito web in un semestre
  • Ottenere 100 contatti qualificati al mese
  • Raggiungere 30 transazioni a settimana dal tuo shop online

Una volta che hai deciso l'obiettivo da raggiungere per il tuo business online puoi andare allo step successivo: operare delle misurazioni.

2. Fare le misurazioni

Le misurazioni ti aiutano a capire meglio qual è il tuo target e quali possono essere le performance del tuo sito web.

  • In quanti cercano il prodotto o servizio che offri? Quanto è ampio il tuo segmento di mercato?
  • Quali sono i tuoi pubblici di riferimento?
  • A quanto devi vendere il tuo prodotto/servizio, tenendo conto dei competitor?

Queste sono domande che necessitano risposte.

Come fare ad averle? Tramite questionari e analisi.

  • Questionari quantitativi: contengono domande chiuse e devono essere somministrati a grandi quantità di soggetti. Il questionario quantitativo è una raccolta di dati oggettivi
  • Questionari qualitativi: contengono domande aperte, si realizzano tramite i focus group e le interviste. Il questionario qualitativo è una raccolta di dati soggettivi
  • Analisi competitor: analisi del prodotto e dei servizi che offre il competitor, analisi della sua strategia di marketing, del suo modello di business e della sua strategia di comunicazione

3. Creare il tuo sito web

Una volta condotte queste misurazioni e analizzato i dati, puoi procedere alla creazione o al rifacimento del tuo sito web.

Raccogli i feedback positivi dei clienti e i numeri che vanta l'azienda per mostrarli all'interno del tuo sito: in questa fase è vitale essere trasparenti e raccogliere le buone testimonianze del proprio lavoro.

Conquistata la fiducia degli utenti puoi passare allo step successivo: l'ottimizzazione del sito.

4. Ottimizzare il tuo sito web (e-commerce)

Arrivati a questo punto l'ottimizzazione di un sito web, che sia un portale di informazione online, una landing page, un sito web vetrina o altro, sarà molto più semplice da attuare.

In questo articolo prendiamo in considerazione, a titolo d'esempio, le possibili ottimizzazioni che si possono fare su un sito ecommerce, in particolare quelle che servono per aumentare le conversioni di uno shop online.

Conversioni Ecommerce

In media il tasso di conversione degli ecommerce in Italia (parliamo di vendite) è tra l'1% e il 2%. Questo è un dato importante per capire quanto sta funzionando il tuo sito ecommerce.

Se sei sotto la media vuol dire che c'è ancora del lavoro da fare, se sei sopra la media probabilmente questo articolo parla di cose che già conosci ;)

E se il tuo ecommerce raggiunge l'1% di conversione che cosa devi fare? Facile! Arrivare al 2% e incrementare il tuo business online! E come farlo?

Ecco alcune strategie da seguire per aumentare le conversioni:

  • Attrai più traffico. La soluzione che viene in mente per prima, ma probabilmente non la più semplice e neppure la più redditizia. Bisogna lavorare sul content marketing, sulla SEO e sull'advertising online
  • Fai acquistare ancora. Gli utenti che hanno già acquistato sono più propensi ad acquistare ancora. Hanno un tasso di conversione in media cinque volte maggiore rispetto ai nuovi utenti. Farli tornare sul sito è molto importante. Uno degli strumenti principali da utilizzare per questo è la newsletter
  • Fai upselling. Fai comprare più prodotti a chi acquista e aumenta così l'importo della transazione, ad esempio creando pacchetti speciali di diversi prodotti
  • Aumenta le conversioni degli utenti già presenti. Come?Semplifica il processo d'acquisto e conduci dei test a/b.

Nei prossimi paragrafi approfondiamo meglio quest'ultimo punto, soffermandoci sul processo d'acquisto e sui test a/b.

Semplifica il processo d'acquisto

Parti da questo presupposto: meno passaggi deve fare l'utente per acquistare meglio è.

Questo è ancora più vero per i dispositivi mobile, quindi, in prospettiva futura, per la maggior parte del traffico generato sul web.

Ecco un numero di pagine ragionevole per arrivare a completare il processo d'acquisto:

  1. Home: l'utente entra nel sito e fa una ricerca sul prodotto che gli interessa acquistare
  2. Pagina prodotto: l'utente entra nella pagina prodotto
  3. Carrello: l'utente carica il prodotto nel carrello
  4. Checkout: l'utente inserisce i dati essenziali per il pagamento
  5. Pagina di ringraziamento: l'utente viene indirizzato ad una pagina di ringraziamento per aver acquistato il prodotto

Il vero e proprio processo d'acquisto si avrà dalla pagina 2 alla pagina 4. Quindi si hanno solo tre pagine per concludere la transazione.

Se vuoi avere un processo di acquisto così veloce è importante che l'upselling o altre operazioni vengano fatte all'interno della pagina del carrello, e non in una pagina successiva.

Test a/b

Con i test a/b puoi ottimizzare gli elementi del sito (testi, grafiche, layout) che fanno parte del tuo funnel di conversione.

Si chiamano test a/b perché tipicamente si testano due versioni diverse dello stesso elemento.

  • Prima di fare il test: usa le mappe di calore per capire come si comportano gli utenti all'interno del tuo sito web
  • Fai un test a/b sull'elemento che funziona meno: ad esempio il pulsante contattaci che non converte, perché troppo piccolo o del colore "sbagliato"

Conclusione

Seguendo il ciclo di vita visto sopra, Obiettivi - Misurazioni - Creazione - Ottimizzazione, il tuo business online aumenterà le performance in maniera sensibile.

Per far si che le performance aumentino anche in maniera continuativa ricordati che questo ciclo di vita è ricorsivo: si ripete ad ogni raggiungimento dell'obiettivo principale e comprende il raggiungimento di tutti gli obiettivi intermedi.

Ricomincia quindi sempre tutto dall'inizio: datti un nuovo obiettivo, fai delle misurazioni, crea e ottimizza.

Sei interessato ad approfondire il tema? Vuoi saperne di più sul nostro servizio di creazione siti web ed ecommerce?

Contattaci, ne parliamo insieme!